Come estinguere le fiamme del mal di gola

22.05.2018

 

L’idratazione è sempre fondamentale tuttavia a volte da sola non basta…

Le sensazioni sono varie e sempre molto spiacevoli: gola “a carta vetrata”, un palloncino gonfiato che ci impedisce di parlare correttamente, fuoco e fiamme, alitosi, naso chiuso. Responsabile di questa sintomatologia è una infiammazione delle prime vie aree e del cavo orale soprattutto in occasione di “sbalzi temici” o dopo una bella boccata di smog!

 

I responsabili di questa condizione infiammatoria sono molto spesso dei virus stagionali che approfittano dell’abbassamento delle nostre difese immunitarie per aggredirci e colpirci nel punto più debole.

Sembra un cane che si morde la coda ma evitando di stare fuori al freddo si preferisce sostare in luoghi chiusi e a volte purtroppo  affollati: in questo modo la diffusione virale è garantita ed invece di proteggerci facciamo peggio…

I contaminati ambientali come lo smog delle grandi città e il fumo di sigaretta, sia attivo che passivo,  sono dei fattori predisponenti rilevanti.

 

Il quadro infiammatorio locale successivamente  può complicarsi con rinite (starnuti) ed uno stato infiammatorio generalizzato accompagnato da febbre,  cefalea, malessere generale e dolori muscolo-articolari diffusi.

Se poi la voce si abbassa le difficoltà di comunicazione la fanno da padrone e sforzandosi di parlare si peggiora ulteriormente.

Occhio alle faringo tonsilliti che possono complicarsi con delle sovra infezioni batteriche visibili con le ben note  placche tonsillari che impongono dei trattamenti più invasivi attraverso l’impiego di antibiotici sotto diretto controllo medico per evitare fenomeni di resistenza ed effetti avversi anche gravi!

 

Ma allora quali sono i rimedi più efficaci quando incappiamo nel mal di gola stagionale?
 

Idratazione (pasticche effervescenti)  associata all’assunzione di frutta e miele: quest’ultimo ha una azione emolliente che funziona sempre.
 

I rimedi naturali si sono recentemente imposti come “curativi” perché sono in grado di gestire i sintomi e permetterci un recupero fisiologico in tutta sicurezza e garanzia nella composizione dei preparati.
 

L’igiene del cavo orale è necessaria anche per ridurre l’alitosi ed altri spiacevoli sintomi: Propoli ed Aloe vera,  meglio se in formato spray, sono molto utili allo scopo soprattutto se nebulizzati direttamente sulla zona dolente ed infiammata.
 

Ancora l’Aloe vera in associazione con Altea e Lichene islandico proteggono la gola e producono una piacevole sensazione di ristoro analgesico e di naturale freschezza.

 

 E le caramelle sono tutte uguali? Anche in questo caso cerchiamo prodotti naturali di difesa e di integrazione alimentare.  Propoli, Erisimo, Aloe e Liquirizia meglio se assunti assieme svolgono effetti sinergici antiflogistici migliorando il tono della voce aiutandoci nel quotidiano.

 

 

 

Gli effetti dello stress ossidativo alla base degli effetti dannosi sulle cellule delle prime vie aeree possono essere contrastati  dai cosiddetti pro-immunitari: Zinco e Vitamina C.

Per favorire la fluidità delle secrezioni bronchiali  e prevenire patologie rilevanti bronco-polmonari l’Edera è utilissima.

 

E se oltre alla condizione infiammatoria del cavo orale e laringe ci troviamo stanchi, affaticati e doloranti?
Le forme effervescenti (quindi idratanti) in cui troviamo Vitamina C, Zinco e Salice bianco associati ad uno dei più potenti anti-ossidanti  come la N-Acetil-Cisteina, svolgono un ruolo cruciale nella gestione globale delle condizioni di malessere pseudo-influenzale.

Share on Facebook
Please reload

Blog

Altri Post
Archivio
Please reload

Seguici
  • Grey Facebook Icon
Please reload

  • White Facebook Icon

di Alessia Chioldin

Via Nazionale 239

45033 Bosaro (RO)

tel. 0425 932198
 

Partita IVA 01537140293